Contatti aziendali

OPS S.r.l.
corso di Porta Vittoria, 47
20122 Milano
Tel. 02.40705812 (6 linee R.A.)formazione generale lavoratori

Eroghiamo corsi in aula a Milano e Roma ed in azienda su tutto il territorio nazionale.


Linee guida applicative del 26 giugno 2012 per l’Accordo Stato Regioni 21 dicembre 2011


In data 26 luglio 2012 sono state pubblicate dalla Conferenza Stato-Regioni delle importanti linee guida applicative riguardanti il famoso accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 riguardante la formazione dei lavoratori nonché dei preposti e dei dirigenti. Queste sono poi state sostituite dall’accordo di luglio 2016. Il primo quesito che oggettivamente ci si dovrebbe porre riguarda il perché si debba ricorrere sempre a delle linee guida applicative (o interpretative, che dir si voglia). Forse varrebbe la pena di concentrarsi una sola volta sulla stesura di un testo di legge che fosse coerente sin da subito piuttosto che dover riservare altro tempo per dover redigere un secondo testo basato sul primo che serve solo come linea guida.

Polemiche a parte all’interno del documento pubblicato il giorno 26 luglio 2012 ci sono importanti linee guida applicative che si pongono come obiettivo quello di chiarire alcuni aspetti dal punto di vista pratico per quanto concerne la formazione dei lavoratori, dei preposti e dirigenti, l’aggiornamento periodico ed altri aspetti.

Nel dettaglio si parla di:

  • formazione dei preposti e dirigenti: viene ribadita la non obbligatorietà di applicare alla lettera i contenuti dell’accordo tuttavia viene ricordato che una corretta e puntuale applicazione delle disposizioni contenute nell’accordo Stato Regioni costituisce corretto adempimento. In pratica si dice che potete fare quello che volete ma che poi se ci sono problemi dovete essere nelle condizioni di dimostrare l’efficacia della formazione effettuata.
  • formazione dei soggetti esposti a basso rischio nelle attività a rischio differente: ad esempio coloro i quali lavorano negli uffici di un’impresa metallurgica possono evitare di fare i corsi ad alto rischio ma frequentare solo quelli a basso rischio. Vale anche il vice versa: Se in base alla classificazione ATECO ci si trova ad essere in basso rischio si devono programmare e realizzare corsi a medio o alto rischio.
  • collaborazione con organismi paritetici: ancora una volta non viene del tutto sciolto il nodo applicativo tuttavia viene ricordato che sedicenti organismi paritetici nati e cresciuti su Internet che vantano la pariteticità potrebbero non essere affatto rappresentativi del settore di riferimento. Si ricorda altresì che non è obbligatorio fare la formazione con questi organismi paritetici ma piuttosto che questi devono essere messi a conoscenza del percorso formativo.
Si parla poi di e-learning, riconoscimento della formazione pregressa ed aggiornamento periodico.
Per una trattazione esaustiva dell’argomento riguardante le linee guida applicative del 26 luglio 2012 e relative all’accordo stato regioni del 21 dicembre 2011 sono reperibili qui sotto, buona lettura (23 pagine)…

» Linee guida applicative del 26 luglio 2012 e relative all’accordo stato regioni del 21 dicembre 2011, file PDF «


Sconto 20% compilando il modulo

RICHIEDI UN PREVENTIVO!